Il saluto di Sabatino Aracu

Gennaio 26, 2015 by in homepage, homepageITA

Cari Amici, quest’anno l’appuntamento per tutti voi che praticate e seguite il pattinaggio artistico è Ponte di Legno, splendida località alpina turistica estiva ed invernale della Lombardia, immersa tra le maestose vette dell’alta Valle Camonica, densa di storia e di cultura sportiva, che la rendono unica e ambita.

Mentre si concretizza anche per gli sport rotellistici l’ambito traguardo delle olimpiadi, i Campionati Italiani di Pattinaggio Artistico a rotelle per le categorie Cadetti, Jeunesse, Junior e Senior tornano a Ponte di Legno in un ambiente accogliente, sereno, ospitale e rilassante e per tutti, atleti, tecnici, accompagnatori e appassionati deve essere l’occasione non solo di competere, di confrontarsi e di scambiarsi esperienze sportive, di crescere come atleti e come persone, ma anche di rinsaldare amicizie e costruirne di nuove: occasione d’incontro tra tanta gente proveniente da tutta Italia.

Sapete che il mondo delle rotelle ci guarda perché siamo la punta di diamante della disciplina, perché facciamo la storia del pattinaggio, perché siamo propositivi, innovativi, e maestri nel mondo, grazie all’impegno di tanti tecnici che vi seguono e vi preparano con competenza e passione.
Il popolo del pattinaggio artistico si ritrova per vivere le tensioni imposte dall’attesa delle gare, il compiacimento nell’assistere allo spettacolo che ogni atleta mette in scena con la propria prova, e per tutti sarà un’indimenticabile festa dello sport.

Alla gente della Valle Camonica, ai Dalignesi e a tutti Voi che sarete presenti, atleti, tecnici, giudici, dirigenti, accompagnatori, cultori della disciplina ed amanti dello sport sano e raffinato, turisti o semplici curiosi, porto i saluti miei e delle Federazioni Italiana ed Internazionale, certo che, soprattutto grazie a Voi, questo importante evento sarà unico ed indimenticabile e proietterà molti di voi verso traguardi ancora più elevati, ma a tutti auguro di mettervi alla prova in maniera serena, consci d’aver già superato prove difficili e d’essere pronti ad affrontare altre importanti sfide.

Il Presidente FISR
Sabatino Aracu